Categories
First Category

L’eredità digitale – il contatto erede su Facebook (1/2)

Fare testamento è sempre stato un atto di responsabilità che le persone hanno scelto per trasmettere in eredità ai propri discendenti i valori patrimoniali posseduti in vita.

In questi ultimi anni l’utilizzo del Web  e dei Social network ha suggerito la necessità di proteggere i dati personali online (quali foto, email, informazioni, contatti, backup del dispositivo, accessi alle piattaforme, contenti su cloud, etc) che dopo la morte del proprietario andrebbero o dispersi oppure peggio in mano a persone indesiderate.

Si tratta di un’eredità digitale che andrebbe tutelata con un’accorta riflessione perché coinvolge l’uso di dati sensibili e coperti dalla legge sulla privacy. Quindi lo strumento a protezione di questo nuovo tipo di eredità sarà il “Testamento digitale”.

Ma se fino ad oggi il profilo personale di chi è passato a miglior vita era destinato a rimanere nel “limbo” del social senza (date le circostanze) alcuna attività o aggiornamento, Facebook ha lanciato il “legacy contact”, ovvero la possibilità di affidare il nostro personale profilo a un amico, a una persona cara e fidata che potrà gestirlo nel momento in cui dobbiamo abbandonarlo, nostro malgrado, per sempre.

Si tratta di un vero e proprio “erede digitale”, una sorta di esecutore testamentario per i nostri “beni social” che sarà abilitato da noi stessi (con un’apposita opzione mentre siamo ancora in vita) ad informare il mondo del nostro trapasso e a trasformare il nostro profilo in commemorativo.

Già dal 2009 Facebook dà la possibilità di trasformare il profilo di un defunto in un account commemorativo.

Oggi ogni Utente ha la possibilità di comunicare a Facebook il destino del proprio Profilo in caso di morte, disponendo di rendere il Profilo Commemorativo o richiederne la Rimozione.

In sintesi quindi il «Contatto erede» di Facebook è la possibilità di lasciare in eredità il profilo social di una persona dopo la morte. La persona scelta potrà così gestire l’account della persona scomparsa al suo posto e sarà l’unico in grado di compiere le normali azioni previste da Facebook.

La funzione «Contatto erede» permette di commemorare la memoria del defunto che continuerà ad essere su web/social grazie alla gestione del profilo Facebook, che dunque non verrà cancellato, da parte di terze persone.

Cosa potrà fare il “contatto erede”? previa accettazione dell’incarico da conferito in vita dal defunto, potrà anche scrivere messaggi in suo ricordo, accettare richieste di amicizia e cambiare persino l’immagine del profilo, in base alle autorizzazioni; mentre tutti i post pubblicati in precedenza resteranno “congelati” mantenendoli ben distinti da quelli successivi alla dipartita.

Il “contatto erede” potrà anche scegliere il futuro dell’account. Oltre a mantenerlo aperto per commemorare la memoria del defunto avrà due alternative: scegliere di cancellarlo o di «congelarlo», lasciarlo intatto con le ultime modifiche effettuate dalla persona scomparsa, senza proseguirne l’attività.

Tuttavia ci saranno delle restrizioni previste per il nuovo gestore del profilo scelto come “contatto erede”. La persona che curerà il profilo non potrà accedere direttamente all’account e quindi non avrà accesso ai messaggi o cancellare/modificare i contenuti del diario di Facebook come le foto o i post, ma anche eliminare gli amici già presenti nella lista dei contatti.

Leave a Reply

Your email address will not be published.